UNDER 13 ROSSO

NULLA DA FARE PER I 2004 NEL DERBY

CAMPIONATO UNDER 13, GIRONE GOLD 

BLUOROBICA-EXCELSIOR  99-41 

( 25-9; 15-11; 40-12; 19-9)

BLUOROBICA: Vismara, Leoni, Zonca, Rota R., Abdumomen, Rota M., Ravasio, Alari, Ambrosio, Lombardi, Guerci. All. Cornolti Vice: Montagnosi.

EXCELSIOR: Secchi, Visconti, Gionchille, Marcaccio, Kalari, Gotti, Boye, Compaore, Pesenti. All. Bombassei Vice: Celeste.

ARBITRO: Montagnosi-Celeste

 

Partita difficile e subito in salita quella affrontata da Kalari e compagni nel derby cittadino di domenica.

Bluorobica nel primo periodo gioca bene in velocità e non ha grosse difficoltà nel trovare il fondo della retina quando attacca il ferro . Mentre l’Excelsior al contrario subisce troppo i padroni di casa. Pronto il time-out chiamato da coach Bombassei che si fa sentire e fa reagire Visconti & C. che ritrovano l’energia e la consueta determinazione che spesso ci ha caratterizzato. Il quarto finisce + 14 per la formazione di casa.

Sulla falsa riga del primo, nel secondo quarto si riparte da dove avevamo lasciato. Da una parte il gruppo 2004 del Borgo riesce a tenere un po’ più basse le percentuali di tiro della squadra di casa, mentre dall’altra si riesce qualche facile canestro in transizione. Il quarto finisce sostanzialmente alla pari con Bluorobica che mantiene il vantaggio sui venti punti di vantaggio.

Nel terzo periodo è forte la reazione della squadra di coach Cornolti che mette  pressione ai giocatori ospiti, recuperando numerosi palloni trasformati in facili realizzazioni in contropiede e allungando definitivamente nel punteggio.

Bluorobica fa valere la diversa  superiorità fisica e tecnica , ma è altrettanto vero, se pur in difficoltà L’Excelsior continua a combattere nonostante i troppi errori commessi.

Nell‘ultimo quarto la partita è ormai chiusa ma i cittadini del Borgo provano comunque ad uscire a testa alta nel match , nonostante il gap si sia ormai dilatato, cercando di prendere spunti  positivi per le prossime partite.

“Sono partite come questa che misurano la nostra maturità e quindi la capacità anche nelle difficoltà di reagire ed uscire alla fine del mach a testa alta . Oggi abbiamo imparato che non basta essere in partita per 2 quarti e mezzo, dobbiamo farlo sempre soprattutto durante la settimana, dobbiamo affrontare ogni allenamento come se fosse una partita questo è l’obbiettivo ed è quest’anno !

Forza ragazzi !!!”

Annunci