UNDER 16 ELITE FEMMINILE

img-20170115-wa0049

VITTORIA CONQUISTATA CON IL CUORE E CON LE UNGHIE!

OROROSA EXCELSIOR BERGAMO – BASKETTIAMO VITTUONE  70 – 67 d 1 ts

Parziali: 12/21 – 12/7  – 17/11 – 17/19  – 12/10

Ororosa Excelsior Bergamo:   Agazzi 8,  Gatti,  Fustinoni 10,  Laube 20,  Mazzucchelli,  Maddaloni 5, Mozou 6,  Luciano 9,  Capelli,   Epis, Peracchi 12. All. Stazzonelli, vice Villa E. 

Eccoci al girone di ritorno, dalla partita di Vittuone, esordio in campionato, sono passati esattamente tre mesi, dal 15 Ottobre al 15 Gennaio, dodici settimane passate in palestra a sudare e cercare di migliorarsi. Tanto tempo è passato e soprattutto tante cose sono successe, le nostre ragazze non sono più un gruppo appena assemblato e ansioso di capire se può stare nel campionato élite o se sarà un anno di batoste.

Certo venivamo da 10 vittorie di fila tra campionato e tornei, senza più sconfitte da fine Ottobre, ma quella con Vittuone era sentita da tutte come un banco di prova finale. Arrivarci dopo la peggior settimana di allenamenti dall’inizio della stagione, con numeri risicati e pieni di acciacchi aveva creato un pò di sconforto, ma si sa, non si vince solo quando si è in piena forma, non solo con il bel gioco, a volte serve altro e oggi le ragazze hanno dimostrato di crederci, di saper lottare tutte insieme, mettendo in campo il 110%.

L’inizio lasciava presagire una debacle, pronti via e Vittuone scappa sul 10 a 2, non ci siamo, molli in difesa, approssimative in attacco, forziamo in improbabili 1 contro tutti. Un gruppo senza carattere avrebbe trovato terreno fertile per mollare, trovando alibi nelle assenze e nelle cattive condizioni, ma Stazzonelli chiama time out e lo scossone ha l’effetto desiderato.

Da quel punto si vede una partita emozionante, con continui batti e ribatti, nel secondo quarto teniamo Vittuone a 7 punti, nel terzo sembriamo poter allungare, ma Vittuone è una signora squadra, con fisicità e talento, e non ci sta per nulla a perdere. Andiamo all’overtime, con la mano della numero 4 avversaria che trema sul possibile tiro libero del KO a tempo scaduto, in una scena degna dei migliori film “sportivi” made in USA.

Come da copione entriamo nel supplementare più cariche, da brave “survivors” rubiamo due palloni e scappiamo a più 5, ma di nuovo le Vittuonesi ci ripigliano, siamo imballate in attacco e a 1 minuto dalla fine sotto di due sembra quasi impossibile. Ma come dicevamo, con il cuore e con le unghie! Serve ancora una rubata … e la rubiamo per il pari, poi un entusiasmante “tiro ignorante”, l’essenza del basket, e una super difesa finale. La portiamo a casa e conta tanto, definitivamente sappiamo di poterci stare, ora dobbiamo tornare in palestra più convinte di prima.

Coach Stazzonelli è raggiante, si sa le squadre, per diventare “sue” squadre, devono lottare, e oggi abbiamo lottato eccome: “Non posso che fare i complimenti alla mia squadra, a tutte! Metà delle giocatrici non erano in condizioni di giocare, hanno stretto i denti e con il proprio mattoncino hanno contribuito alla vittoria. Peracchi e Fustinoni hanno lottato fino all’ultimo minuto contro giocatrici più fisiche e strutturate veramente due leoni, trovando spesso canestri difficili, Laube dopo una partenza negativa con il passare dei minuti ha trovato l’intensità che la contraddistingue, mettendo ancora a segno 20 punti più 6 recuperi; Agazzi, Monzou e Luciano hanno gestito l’attacco e lavorato forte in difesa, Maddaloni ha dimostrato di avere il sangue freddo delle vere tiratrici. Insomma una vera squadra, ora speriamo di recuperare a breve Torri , Gatti e Ducoli per ripartite con più voglia e determinazione . Brave veramente!”

Per finire un grande in bocca al lupo a Chiavegato, che purtroppo ha preso una brutta botta nei minuti finali dopo una prestazione super! Ed ora, un allenamento e tutti a Milano per la sfida con il Sanga, Giovedì 19 alle 19.45, Forza ragazze !

Per visualizzare le immagini della partita clicca qui 

Annunci